Ho scoperto prestissimo che i migliori compagni di viaggio sono i libri: parlano quando si ha bisogno, tacciono quando si vuole silenzio. Fanno compagnia senza essere invadenti. Danno moltissimo, senza chiedere nulla. (Tiziano Terzani)


Quell’odore particolare, intenso…quel profumo di carta e magia ogni volta diverso. I libri hanno il potere di trasmetterci emozioni e sensazioni uniche. Le loro pagine ci travolgono e ci trasportano in un mondo lontano, seppur restando chiusi in una stanza. A loro il 23 aprile di ogni anno è dedicata la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore grazie all’UNESCO che ha patrocinato l’evento per promuovere la lettura e la pubblicazione dei libri.

La Giornata fu istituita ufficialmente nel 1995, quando durante la 28esima edizione della Conferenza Generale dell’UNESCO, riunita a Parigi, 12 Paesi proposero di lanciare l’iniziativa. La Giornata mondiale del libro ha lo scopo di ricordare che leggere fa bene e vuole incoraggiare a scoprire il piacere della lettura. Inoltre, ribadisce quanto sia fondamentale il contributo che gli autori forniscono al progresso sociale e culturale di tutta l’umanità.

Questa data ha anche un valore simbolico perché coincide con la morte di tre grandi autori che hanno fatto la storia della letteratura: William Shakespeare (1564-1616), Miguel de Cervantes (1547-1616) e Inca Garcilaso de la Vega (1539-1616).

Le origini della Giornata mondiale del Libro si rintracciano in Spagna e si devono ad una tradizione catalana: fu proprio in Catalogna che lo scrittore ed editore valenciano Vincent Clavel Andrés (1888-1967) promosse una giornata all’anno dedicata al libro. Il 6 febbraio 1926, il re Alfonso XIII promulgò un decreto reale che istituiva la Giornata del libro spagnolo. Questa festa, che inizialmente cadeva il 7 ottobre, fu spostata al 23 aprile dal 1931, giorno in cui cade anche la festa di San Giorgio, il patrono della Catalogna. Come vuole la tradizione, in questa giornata gli uomini regalano alle proprie donne una rosa e i librai catalani hanno poi iniziato a dare in omaggio una rosa per ogni libro venduto il 23 aprile.


Ringraziamo Sabrina Braga dell’Associazione “Noi, i libri, e …” per la collazione del testo e Rita Esposito per la foto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.