Due protagonisti, ugualmente luminosi e descritti con passione: il giovane e coraggioso carabiniere Roberto Mazzeo e Panarea, “l’isola dell’amore” ci conquistano con una storia intensa, -scrive Cinzia Tani nella prefazione.

Un sottofondo di tenerezza e amore per il bello, che cattura e affascina. Un protagonista che entra subito nelle nostre simpatie e che rapidamente ci coinvolge e ci trattiene.

E poi c’è Panarea, questo gioiello della natura che ha incantato artisti, scrittori, stilisti e musicisti, con un mix perfetto di storia, arte, cultura e mondanità, e che regala bellezza, incanto, raffinatezza naturale e culturale. Le stupende coste dell’isola, abitata fin dall’età del bronzo, e le testimonianze di un tumultuoso passato fatto di conquiste e pirateria che ha visto avvicendarsi cartaginesi, romani, normanni e arabi, fanno da sfondo a questa storia intensa, magistralmente tratteggiata con uno stile essenziale.

Un forte legame con la sua terra e le sue tradizioni connota questa nuova opera di Nicola Genovese, che viene arricchita, come il suo precedente romanzo Gennarino, lo scugnizzo, dalle molteplici esperienze personali di viaggio in Europa e nel mondo.

Nicola Genovese, Panarea, L’Occhio di Horus APS, 2021, ISBN 978-32202-02-18-2

Acquistalo su Amazon: https://www.amazon.it/dp/8832202123

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.